E’ assolutamente ridicola nonché assai sterile la polemica che, in questi giorni, ha accompagnato la dichiarazione di Umberto Eco riguardo i social network.
Molti si son sentiti toccati, dunque in dovere di intervenire. Premesso che sono assolutamente d’accordo con l’assunto di Eco, chiedo in modo trasparente a quanti si sono sentiti offesi: “conoscete la lingua italiana o siete così concentrati su voi stessi da darne un’interpretazione assolutamente bislacca”?
Tralasciando ciò che malignamente si potrebbe credere, ossia che molti abbian messo in mostra la cosiddetta “coda di paglia”, ci tengo a precisare una cosa: Umberto Eco NON ha dichiarato che TUTTI coloro che usufruiscono dei social sono imbecilli!
Ha detto altro, ossia che i social han dato VOCE a LEGIONI DI IMBECILLI!
I due assunti sono distanti anni luce l’uno dall’altro. Dunque mi chiedo se chi ha reagito malamente è cosparso del balsamo dell’ignoranza (nel senso che non è in grado di dare giusta interpretazione a una frase in lingua italiana) oppure se, come ho suddetto, si sente toccato in quanto imbecille.
Questione spinosa, ammesso che gli imbecilli sian in grado di comprenderla.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...